Abitare... ne parliamo un attimo?

Quando ci riferiamo alle case, in S-Moove®, abbiamo questa idea:

Gli spazi e le dotazioni presenti in una casa non sono tali per una regola di natura, sono invece il risultato di scelte, dettate da esigenze funzionali, economiche, ideologiche..., operate in epoche diverse e in vari contesti culturali e geografici.

Spesso, quando si definiscono gli spazi di una casa e si scelgono gli arredi, ci si affida a soluzioni preordinate, quasi fossero veramente regole di natura non discutilibili. E in effetti alcune sono proprio norme inderogabili, previste dai regolamenti comunali, altre sono convenzioni, mode, alle quali in maniera più o meno consapevole ci si sottomette.

Noi non crediamo di aver bisogno di un salotto, di una cucina, di una camera da letto, di un bagno. Crediamo, invece, di aver bisogno di posti accoglienti in cui riposare e svagarci, di spazi ampi e funzionali per cucinare, superfici generose su cui poter lavorare, letti comodi, spazi e attrezzature idonei alla pulizia e cura del corpo...

Quando si ragiona sulle possibili soluzioni da adottare per creare ed allestire spazi da abitare, c'è un settore interessante da osservare, quello dei cosiddetti veicoli ricreazionali: camper, roulottes...Essendo concepiti come case mobili, tendono a riprodurre, in miniatura, le case. Ma perché adottano soluzioni spaziali, materiali e arredi identici a quelli domestici, anche a scapito di un'effettiva funzionalità? Il bisogno di ricreare una parvenza di casa è così forte da non fare esplorare altri sistemi di allestimento? Perchè in spazi già problematici e ristretti, non si pretende una reale funzionalità basata sulle specifiche e mutevoli esigenze di viaggio? Il senso di accoglienza, sicurezza, comodità, bellezza non può forse essere dato da forme, materiali, geometrie diverse da quelle che siamo abituati ad avere nelle case?